il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 118 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 21
Messaggio

Valorizzazione del Cason di Lanza !

08-01-2013 21.26
GiulioTS GiulioTS
Navigando in rete ho letto una notizia meravigliosa :
Promotur dopo aver "valorizzato" l'Altopiano del Canin
aver cercato di "valorizzare" la foresta del Cansiglio
ora punta al Cason di Lanza realizzando dei percorsi di
sci da fondo , itinerari x scialpinismo e racchette da neve .
Speriamo realizzino pure una bella funivia con relativo rifugio
in cima alla Creta d' Aip così non occorerà più faticare per arrivarci in cima e una volta su invece di mangiare i soliti panini
finalmente ci mangeremo un bel piatto di gnocchi !
Buone escursioni a tutti
GiulioTS

Messaggio
09-01-2013 00.05
brunomik brunomik
Che dire, forse per qualcuno potrebbe anche essere una notizia positiva ma non per me che cerco pace e tranquillità. Il passo del Cason di Lanza è uno di quei posti in cui vado sempre volentieri proprio perchè solitamente non c'è molta gente. Vorrà dire che ci andrò prima della "valorizzazione" per respirare ancora una volta l'aria di montagna che cercano di toglierci.
Messaggio
09-01-2013 00.21
krampus krampus
Vista la recente valorizzazione avuta dal Sentiero del Pellegrino e dalla malga Lussari sarebbe da pensarci un bel pò prima di rovinare un posto così bello con il turismo di massa!!!
In Cansiglio ogni anno si svolge a casera Palantina una manifestazione contro l'apertura di nuove seggiovie che valorizzerebbero il Piancavallo, dobbiamo pensare ad organizzarle pure quì? Che ne pensate amanti della montagna sia estiva che invernale?
Messaggio
09-01-2013 09.02
ketlin ketlin
io ho un'idea meravigliosa... "valorizziamo" promotur ed i suoi amministratori eliminando la società che essendo sempre con i conti di un profondo rosso è un peso per la società, mentre gli amministratori per non lasciarli senza lavoro li metterei a sistemar sentieri senza potere decisionale .... che ideona!!!
Messaggio
09-01-2013 10.31
Fabrizio Fabrizio
Questa notizia fa il paio con quella già commentata a suo tempo sul tracciato del Giro d'Italia ciclistico che passerà da Cason di Lanza e arriverà all'Altopiano del Montasio. Adesso allargheranno le strade e consolideranno le pareti rocciose per la carovana, l'offerta estiva della località è già più che soddisfacente, l'ampliamento dell'offerta turistica alla stagione invernale completerà un progetto che a noi fruitori di questo sito risulterà assurdo e incomprensibile, ma che evidentemente qualcuno ha calcolato redditizio. E quindi per l'interesse di pochi verrà meno l'interesse per la collettività. Collettività che nel solo 2012 ha già pagato 16 milioni di euro per ripianare il bilancio di Promotur
Messaggio
09-01-2013 14.45
Michela Michela
http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2012/12/05/news/promotur-apre-per-la-pista-di-fondo-sul-cason-di-lanza-1.6151091
L'idea è del solito personaggio, per Promotur è facile essere d'accordo, coi soldi nostri! Al di là delle ciance sulla pista di fondo e sul bus-navetta, la frase più allarmante mi sembra questa: "Un’area dalle potenzialità incredibili anche perché collegabile con il polo sciistico di Pramollo-Nassfeld, che proprio verso Lanza può avere un suo naturale sviluppo."
Messaggio
09-01-2013 23.22
luciano.regattin luciano.regattin
Purtroppo, dispiace dirlo, ma certe proposte in Carnia trovano terreno fertile, basti vedere gli scempi degli ultimi anni (e quelli in progetto) perpetrati a danno di ambienti bellissimi, (vedi Sella Nevea, progetto passo Mauria, ecc) tutto in nome di presunte ricadute economiche sul territorio, trasformate spesso in realtà in gravi perdite, come ricordato nei commenti precedenti; come dire che la memoria a volte è troppo corta (gli esempi non mancano in questi giorni di nuovo, e purtroppo, bui), ma si sa, questa è una caratteristica di noi italiani che ragioniamo più con la pancia che con il cervello...
Messaggio
10-01-2013 00.17
rudy75 rudy75
A me pare che questi signori vogliano solo spendere soldi senza cognizione di causa. Già l'idea di collegare Cason di Lanza con Passo Pramollo è assurda... C'è già un impianto in programma che dovrebbe collegare Pontebba agli impianti del passo che sarebbe un'idea già 1000 volte più sensata. Inoltre non ho mai visto la fila nelle piste di fondo, se ne fanno un'altra a Cason di Lanza non aumenterà il numero di fondisti. Poi gli impianti che ci sono sono usati distribuiti ed usati male... basti pensare alle vicende dell'estate scorsa con la funivia del Canin, aperta tardi e chiusa presto... Che sistemino le strade che sarebbe già una gran cosa!! Poi per chiamare gente basta poco e soprattutto bastano pochi soldi... si veda il successo del parco avventura di Sella Nevea che almeno permette a bambini e ragazzini di divertirsi...
Messaggio
10-01-2013 14.41
brunomik brunomik
Ma la Promotur non deve rispondere a nessuno dei suoi conti in profondo rosso? E se sono in rosso forse un motivo c'è e non credo sia tanto difficile capire quale sia. Evidentemente sciare costa sempre di più, la gente non ha più disponibilità economica e quindi continuare a fare piste su piste non è il modo migliore per attirare nuovi potenziali "clienti". Dovrebbero cominciare a tagliare qualche dirigente superpagato che magari ha già qualche altro incarico presso qualche consiglio di amministrazione (e quindi doppio stipendio).
Messaggio
10-01-2013 14.55
luca.decillia luca.decillia
Non vorrei passare per chi vuole spremere la montagna per ricavarne guadagni ma non sono completamente d'accordo. Ho letto, distrattamente, l'articolo sul giornale e mi è sembrato di capire che si parlasse di sci di fondo o percorsi con le ciaspe. Secondo me se si pensasse di fare un anello di fondo seguendo quelli che sono i sentieri d'estate non credo che ci sarebbe alcuna trasformazione, forse una struttura per noleggio o bar, che poi funziona anche d'estate come già la malga. E mi riferisco proprio al fatto di un possibile anello di sci di fondo, sono del tutto contrario anche io invece a realizzare impianti di risalita e piste con la scellerata idea di unirsi col Pramollo. Se poi per rendere più accessibili questi anelli di fondo, come per il passaggio del Giro d'Italia, si sistema la strada (naturalmente senza farne una tangenziale) non vedo nulla di male.

Luca
Messaggio
10-01-2013 20.04
GiulioTS GiulioTS
Ciao a tutti mi fa piacere che abbiate risposto così
in tanti e mi consola sapere che ci sono ancora persone
sensibili ai problemi ambientali . Una cosa che mi domando è:
perchè per valorizzare una zona montana per forza di cose bisogna
creare percorsi di sci da fondo o impianti di risalita ? Un territorio montano secondo me ha già un valore immenso per conto suo
Cosa ci può essere di più bello di camminare in un bosco , faticare
per raggiungere una cima ed una volta su starsene fermi seduti in silenzio ed in pace ad ammirare il paesaggio , raggiungere un bivacco ,accendere il fuoco per farsi la cena e poi uscire di notte
a vedere i milioni di stelle del firmamento ? Già queste piccole grandi cose dovrebbero bastare a rendere felice un appassionato di montagna . Anni fa mi sono fatto un bellissimo trekking in Svezia nel parco del Sarek una riserva naturale in cui non ci sono rifugi, non ci sono sentieri , bisogna lavarsi con sapone naturale biodegradabile, bisogna seppelire i propri bisogni e riportare
in dietro i propri rifiuti . Wilderness allo stato puro in cui il respiro di madre terra è qualcosa di palpabile ,ce un' energia nell'aria che emoziona e spaventa allo stesso tempo perchè ti rendi
conto di essere soltanto una formichina in questo mondo . Il territorio è molto vasto ma è comunque frequentato proprio da veri amanti della montagna e di zone come queste ce ne sono diverse in Svezia .Secondo me la zona del Cason di Lanza è meravigliosa così com'è eventualmente si potrebbe trasformarla in una riserva naturale .L'unica cosa che ammetto andrebbe risistemata è la strada ma senza grossi stravolgimenti ovviamente a pagamento in modo che i soldi raccolti servano alla sua manutenzione . Altrimenti andando avanti in questo modo non ci sarà più un angolo di montagna naturale ma sarà tutto manipolato dall'uomo . Per Krampus mi sa veramente che anche qui da noi dovremmo iniziare con le marce di protesta anche se i primi a darsi da fare dovrebbero essere le associazioni ambientaliste CAI compreso ma sembra che quì in FVG tutti siano accomodanti e facciano finta di niente ! Povera montagna ! Ciao
GiulioTS
Messaggio
10-01-2013 21.23
luca.deronch luca.deronch
Un trekking come quello deve essere una cosa straordinaria. Io ho percorso anni fa un tratto della Traversata Carnica partendo dalle Sorgenti del Piave, precisamente da Cima Sappada. Sinceramente toccare tratti come Sella Val Dolce, o Sella di Aip mi farebbe girare non poco le ciribiricoccole ( volevo dire maroni ma non so se si può). Sono posti da amare, non da distruggere e non hanno bisogno di altro
Messaggio
10-01-2013 21.42
luciano.regattin luciano.regattin
"Secondo me se si pensasse di fare un anello di fondo seguendo quelli che sono i sentieri d'estate non credo che ci sarebbe alcuna trasformazione"
Purtroppo questa ipotesi credo rimarrebbe solo tale; una pista di fondo non esiste naturalmente, in genere seguono non sentieri ma piste forestali o sterrate; in zona passo di Lanza non mi sembra esistano anelli di strade sterrate quindi bisognerebbe crearli; quindi ancora terreno sottratto alla naturalità, magari se c'è qualche roccia o masso in mezzo che "rompe" si elimina, sappiamo come vanno poi queste cose, si fa un bel parcheggio, una struttura ricettiva, più cemento si riesce a mettere, meglio è, ecc. poi si riempiono la bocca di "sostenibilità ambientale" (scusate lo sfogo ma proprio oggi sul M.V. in un articolo sull'ampliamento della zona Cifap di Osoppo-Buia il sindaco diceva che i prati stabili adiacenti non sono un ostacolo alla risoluzione del problema perchè "siamo già riusciti a percorrere la via della compensazione", in sostanza sottraggono il già ridottissimo territorio naturale ricco di biodiversità in cambio di soldi, fine off topic).
Messaggio
07-02-2013 18.40
krampus krampus
A proposito di "valorizzazioni e nuovi impianti e seggiovie a passo Pramollo",
basta leggere la notizia di ieri riguardante Promotur:


TARVISIO. Come accade per un ciclista, che quando finisce le energie si pianta letteralmente a metà di una salita, così Promotur, a corto di risorse, rischia di non poter garantire l’apertura dei suoi poli sciistici oltre il 5 marzo. Il buco in bilancio di 3,5 milioni maturato nel corso del 2012 mette a repentaglio l’attività stessa dell’Agenzia regionale.
Anche perché la Regione, finora, ha messo sul piatto più 500 mila euro. Risorse che non garantiscono di giungere al periodo pasquale.

Quindi cosa si vuole valorizzare e fare cose nuove se non si è nemmeno in grado di gestire pienamente quelle attuali?
E i 420.000 euro ottenuti per organizzare il Giro d'Italia se li sono già mangiati? Oppure si ricorrerà come al solito gratuitamente agli alpini ed alla Protezione Civile?
Cosa ne pensate?
Messaggio
09-02-2013 16.13
GiulioTS GiulioTS
Ciao Krampus innanzitutto ho sempre trovato scandaloso
che una società come Promotur sia di proprietà regionale
dovrebbe essere privata e se hanno i soldi per mandare
avanti l' attività ok altrimenti si dedichino ad altro ma
no che sia la regione a pagare i loro ammanchi . Il
problema è che tutte le attività necessarie a mantenere in efficienza gli impianti hanno un costo l' acqua sparata con i cannoni ha un costo l' energia elettrica necessaria a mandare avanti
tutto il lunapark ha un costo.Le persone causa la crisi vanno comunque a sciare di meno rispetto ad anni fa e se fai la differenza tra quanto
ricavi e quando spendi per forza di cose ti ritrovi in passivo . Bisognerebbe abbandonare la monocoltura dello sci e cercare di proporre ed incentivare delle alternative come ad esempio l' escursionismo con le ciaspole che sta avendo sempre più seguaci .Per
quanto riguarda la realizzazione di nuovi impianti pur con fatturati in perdita è presto spiegato in qualche modo percepisci i soldi della comunità europea e poi te li mangi con comodo magari facendo qualche regalino qua e la a chi ti ha aiutato a racimolarli . Trovo molto vergognoso che il CAI soltanto perchè percepisce una piccola elemosina dalla regione per la manutenzione di sentieri e rifugi non prenda mai posizione a difesa dell' ambiente montano .Buone escursioni GiulioTS

Messaggio
18-02-2013 15.28
Michela Michela
Adesso spunta anche il progetto di "infrastrutture come il Palaghiaccio"...
http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2013/02/16/news/logo-da-cason-di-lanza-smacco-al-re-zoncolan-1.6545208
Messaggio
18-02-2013 18.19
GiulioTS GiulioTS
Ciao Michela veramente allucinante povera montagna
stuprata svenduta e sfruttata in nome del Dio Denaro
ma ci rendiamo conto ?? Un palaghiaccio in cima al Cason
di Lanza semplicemente assurdo inotre mi piacerebbe capire cosa
intendono con " Piste adatte allo scialpinismo ??? " Ovviamente poi presumo che se fai un progetto del genere sicuramente le strade d'accesso si trasformano in una specie di tangenziali . Quello che più mi fa male da "malato di montagna " è vedere che la popolazione locale non si oppone assolutamente a progetti del genere
anzi sembra essere contenta . Ma in che società viviamo ?
Messaggio
18-02-2013 21.17
alessio2061 alessio2061
Giulio TS,non dimenticarti che il CAI sei anche tu ; trovo poco onesto delegare , scaricare ,sempre ad altri quando il problema coinvolge tutti e anche te ( mi par di ricordare se non erro che devi esssere quello che ha il dente "avvelenato" con il CAI quando facevi l'istruttore o accompagnatore di Alpinismo Giovanile in una delle 2 sezioni di Trieste, oppure mi confondo con qualcun'altro con il quale mesi fa abbiamo avuto uno scambio di mail su questo forum?! )
Messaggio
18-02-2013 22.35
luciano.regattin luciano.regattin
"Adesso spunta anche il progetto di "infrastrutture come il Palaghiaccio"...
http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2013/02/16/news/logo-da-cason-di-lanza-smacco-al-re-zoncolan-1.6545208"

Ho letto, e speravo di leggere una marea di commenti negativi in proposito, invece nulla, nemmeno uno; l'avrei fatto io ma bisogna essere iscritti a faccialibro, ma finchè posso resisto;
bisogna fermare questa gente prima che sia troppo tardi, questi fanno sul serio; ma un cambio di direzione quanto ancora dobbiamo attenderlo? Ormai siamo rimasti gli unici in Europa a pensare ed agire come negli anni 70, eppure l'art. 9 della Costituzione parla chiaro "La Repubblica... tutela il paesaggio..." ma soprattutto le lobby del cemento
Messaggio
18-02-2013 23.12
luciano.regattin luciano.regattin
Precisazione: comunque in realtà il progetto non parla di un palaghiaccio in quota, infatti:
"Piste in quota. Perchè in cima al progetto Paularo e Pontebba mettono il valico, la possibilità di realizzare in quota piste da fondo e adatte allo scialpinismo, e pure infrastrutture come il Palaghiaccio"
significa che Pontebba mette infrastrutture (già esistenti) come il Palaghiaccio (altrimenti avrebbero scritto un palaghiaccio, non il), mentre in quota si realizzano ecc. ecc.
Messaggio
18-02-2013 23.57
GiulioTS GiulioTS
Caro Alessio lo so benissimo che pure io
sono il CAI e difatti nel mio piccolo per
quel poco che posso fare quando vado in montagna
porto a valle non soltanto i miei rifiuti ma pure
quelli che qualche persona incivile lascia sul sentiero
e se so di qualche manifestazione in difesa dell' ambiente
ci partecipo più che volentieri . Sono stato pure alle manifestazioni in difesa del Cansiglio e di Trieste ho visto pochissime persone nonostante le 2 sezioni contino un migliaio di soci
ciascuna . Inoltre vi erano presenti moltissimi soci CAI di varie sezioni venete tutti addobbati con le divise ufficiali su cui capeggiava la specializazione di operatore naturalistico ,accompagnatore di escursionismo ecc . Ma non ho visto assolutamente
nessun gagliardetto sezionale e quando ho chiesto ad un presidente
di una sezione il motivo mi ha risposto che loro sono lì come appassionati di montagna sensibili all' ambiente ma non a livello ufficiale . IL motivo di tutto ciò sarebbe stato quello di non aver
problemi con il CAI centrale lascio a te ogni conclusione ciao e
Buone escursioni GiulioTS
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva