il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 47 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 13
Messaggio

giro d'Italia in regione

30-09-2012 16.00
brunomik brunomik
Oggi c'è stata la presentazione del Giro d'Italia 2013 e la nostra regione sarà sede di due belle tappe montane. Soprattutto la prima che inizierà a Cordenons e terminerà sugli Altipiani del Montasio dopo aver scalato il passo del Cason di Lanza si preannuncia una gran giornata. Vengono toccati due dei posti più belli del Friuli e il mio augurio è che non venga stravolta la viabilità per permettere il passaggio della carovana rosa e che, finalmente, i corridori dimentichino la bruttissima abitudine di gettare via le borracce; non vorrei che i lati della strada del passo del Cason di Lanza sia disseminata di immondizie di ogni genere.
Messaggio
30-09-2012 18.09
graziano.bettin graziano.bettin
buona occasione per sistemare la strada fino a Cason di Lanza
Messaggio
30-09-2012 18.59
brunomik brunomik
Se la sistemano in modo minimale, ossia non trasformandola in una strada a quattro corsie ma giusto quello che serve sono d'accordo perchè la bellezza del passo del Cason di Lanza è probabilmente anche merito di quella strada.
Messaggio
30-09-2012 20.23
Michela Michela
Allargare un po' la strada non farebbe male, una volta salendo in auto su un tratto di ripidi tornanti ho incrociato un trattore con rimorchio carico di tronchi... esperienza che mi ha distrutta ancora prima di iniziare la camminata! ;)
Messaggio
01-10-2012 11.38
Fabrizio Fabrizio
Ma con tutte le strade che ci sono proprio da lì devono passare?
Se è un'occasione per avere soldi che altrimenti non verrebbero stanziati per sistemare quelle strade, può essere un'opportunità. Ma trovo demenziale pensare di far transitare per quelle strade migliaia di persone e centinaia di macchine. Così come lo era lo scorso anno l'idea di percorrere la Panoramica delle Vette. Ma vi immaginate se quel giorno si scatena un temporale con fiumi d'acqua che scorrono sulla strada e sui pendii soprastanti? Forse gli organizzatori regionali hanno ancora il dente avvelenato con i corridori che lo scorso hanno sono riusciti a far saltare quell'assurdo passaggio per la Panoramica, a salvaguardia della loro incolumità, e hanno pensato di vendicarsi con qualcosa di ancora peggio. Qui qualcuno vuol far morire i corridori sulla loro bicicletta, immolati al dio spettacolo. Se questo è sport....
Messaggio
01-10-2012 12.30
lorenzo.cassani lorenzo.cassani
Far conoscere le bellezze della nostra regione in Italia e nel mondo con l'opportunità di sistemare anche le strade non lo vedo come un danno. Devono fare in modo che il tutto sia "sostenibile" lasciando tutto meglio di come l'hanno trovato.
Messaggio
01-10-2012 12.33
alberto.ruan alberto.ruan
Be in effetti non è proprio una statale per decine di macchine ecc. ma effettivamente l'occasione può portare ad una sistematina e una piccola e sottolineo piccola allargata della sede stradale, ben venga. Che el dio delle vette c'è la mandi buona.....
Messaggio
01-10-2012 12.49
pa.mir pa.mir
Ciao, escluderei che si possa allargare il sentiero per macchine da Paularo a Cason di Lanza, sarebbe un'opera immane e secondo me anche dannosa, sicuramente apprezzabile e più fattibile una risistematina sul versante di Pontebba. Credo sarà il massimo che potranno fare visto il poco tempo a disposizione comunque un vantaggio per tutti coloro che dopo il giro vorranno godere di questa spelendida valle.
Buana montagna a tutti
Messaggio
01-10-2012 12.59
andrea77 andrea77
Occasione per tanti spettatori italiani, che avranno l'opportunità di vedere il magnifico panorama che offre l' Altipiano del Montasio.
Messaggio
01-10-2012 18.44
brunomik brunomik
Io seguo il ciclismo da una quarantina di anni e la causa di tutto ciò sono stati i grandi scalatori del passato per cui è sulle grandi montagne che si vede il grande corridore per le corse a tappe. E dato che il giro d'Italia ha ormai una storia centenaria gli organizzatori cercano ormai da diversi anni salite inedite per far sì che i protagonisti si attacchino su pendenze sconosciute ai più. Come ha detto qualcuno potrebbe essere una "scusa" per dare una sistematina a certe strade ma quello che non mi va del ciclismo, sport ecologico per eccellenza, è il seguito di decine e decine di automobli, elicotteri, motociclette. In pianura non c'è problema ma su certe salite (cason di Lanza e Altopiani del Montasio ma non tiro fuori neanche la val Pesarina percorsa dalla tappa del giorno dopo) tutto il seguito credo crei diversi problemi. Spero almeno che tutto ciò sia di qualche utilità al rifugio situato al passo come anche a Sella Nevea.
Messaggio
01-10-2012 20.20
Fausto_Sartori Fausto_Sartori
Se penso alla mediocre qualità e regia delle riprese televisive RAI del giro d'Italia rispetto alle immagini immensamente più belle del Tour, penso proprio che sia del tutto inutile far vedere le montagne friulane, se non dannoso per la miseria del risultato. Con quell'elicottero sempre appiccicato alla schiena dei ciclisti... chi volete si accorga della bellezza di questo paese? Per la RAI il giro è solo asfalto, macchine, suburbi, tifosi che rincorrono le biciclette... una giostra deprimente.
Messaggio
01-10-2012 23.22
GiulioTS GiulioTS
Ciao a tutti state tranquilli finirà tutto
come la Panoramica delle vette ! Si faranno
i lavori , ci saranno dei volontari che si
faranno il "mazzo" gratis , si spenderanno
soldi e poi non se ne farà niente . Del resto
siamo in Italia quindi no ce da stupirsi ! Di
buono almeno i residenti e gli appassionati di
montagna avranno finalmente la strada per il Cason
di Lanza in buone condizioni ! Buone Gite
Giulio
Messaggio
02-10-2012 20.44
luca.deronch luca.deronch
Concordo un pò con Giulio. Alla fine, anche se dopo l'inverno (che fa sempre danni) il tempo è davvero poco, si faranno i lavori e almeno la strada sarà sistemata, non credo allargata, ma almeno sistemata. Se poi, come per la panoramica, che non è stata toccata dal giro, sarà molto apprezzata e frequentata dai ciclisti e amatori, allora i problemi semmai verranno dopo. In ogni caso sono occasioni che non vanno gettate a priori ma valutate bene, nei pro e contro.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva