il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 85 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 5
Messaggio

Ferrata al Coglians

01-08-2012 13.51
Libeccio Libeccio
Ciao, volevo avere qualche consiglio su come affrontare la via ferrata al Coglians. Se c'è qualche punto particolare, qualche caratteristica riscontrata nel farla. Grazie e attendo notizie.
Messaggio
01-08-2012 18.02
nicola.narduzzi nicola.narduzzi
Cosa intendi per punto caratteristico? In ogni caso la ferrata è stata sistemata dagli austriaci con un nuovo percorso, sempre evidente e sicuro grazie alla presenza del cavo QUASI costante fino sotto la cima. Requisiti per affrontarla sono avere l'attrezzatura indispensabile (casco, imbrago, kit da ferrata e ti consiglio anche i guanti), buon allenamento anche di braccia (nella prima parte bisogna "tirare" parecchio perchè in molti punti è verticale), confidenza con la roccia e tempo assolutamente stabile. Quest'anno quasi certamente ormai non servono più picozza e ramponi per il nevaio di attacco.

Detto questo, secondo me è un gran bel giro. La relazione la trovi sulla guida di mazzilis
Messaggio
03-08-2012 13.53
Libeccio Libeccio
Grazie Nicola, mi interessava sapere che tipo di difficoltà posso incontrare e in quali punti bisogna avere maggior forza per proseguire. Si le guide sono ottime ma qualche consiglio di chi l'ha fatta in un recente passato mi permette di prepararmi in modo più adeguato. Ancora grazie.
Messaggio
03-08-2012 14.11
nicola.narduzzi nicola.narduzzi
Personalmente penso che le guide diano un'informazione più oggettiva e "garantita" rispetto al giudizio personale che è influenzato da numerosi fattori (in primis l'esperienza propria e il tipo di attività che si svolge in montagna).

In ogni caso, posso dirti che la prima metà delle parete è ottimamente attrezzata con il cavo, ma quasi priva di fittoni per la progressione nonostante la verticalità di molti tratti, e questo porta a dover "tirare" molto il cavo. Arrivati alla cengia a metà parete le difficoltà calano sensibilmente, ma la presenta non continua del cavo e la presenza di molti detriti richiedono una progressione attenta.

In definitiva te la consiglio se: hai confidenza con le ferrate e con i meccanismi di autoassicurazione e sei sufficientemente allenato. Con tutte le precauzioni del caso è un giro che non può mancare nel carnet di ascensioni di un amante delle carniche!
Messaggio
07-08-2012 14.40
Libeccio Libeccio
Grazie dei consigli, certo sono concorde con te che le guide sono fondamentali nella preparazione per qualsiasi escursione, ma come ho già detto un parere personale di persona che l'ha già fatta è integrante alla guida. Quest'anno molto probabilmente non la farò visto che non mi sono preparata proprio bene, mi metterò d'impegno per il prossimo anno.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva