il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 151 ospiti - 3 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 4
Messaggio

Il Von

22-06-2012 00.29
michele.zambon michele.zambon
Guardando con attenzione la Tabacco 028 (val Tramontina) mi sono imbattuto su questo toponimo, quotato 1128 mt. e contrassegnato da una croce. Si trova verso la fine della cresta che parte dal Raut e scende al lago di Redona.
Qualcuno che c'è stato mi sa dire se vale la pena raggiungerlo, dato che a giudicare dalla mappa potrebbe non essere così immediato e facile salirlo?
Grazie.
Messaggio
22-06-2012 10.21
norman norman
Ciao, puoi arrivare alla Forc. del Von dalla Val Tramontina, per l’itinerario descritto da Miniutti nel libro “Atòr pa la Valada”. Credo sia il percorso più interessante perchè consente di percorrere la spettacolare “Cengla dal Von” sul vers. ENE del M.te Dassa. Per arrivare alla Forchia Granda, da dove la cengia parte, vedi il percorso N°8 su http://www.parrocchiedellavalmeduna.it/archives/1453 . Dalla forca, delle tracce e degli sbiaditi segni rossi risalgono in direzione S fino quasi sotto alle rocce in vers. ENE del costone che il Dassa protende verso N. Senza raggiungerle, si traversa verso sx sempre su traccia tagliata trai mughi ed in breve si è all’attacco della cengia (evidente segno rosso). Il percorso è a tratti molto sposto ma privo di difficoltà (vi è anche un ponteggio di legno e qualche tratto attrezzato con cordino). Al termine si attraversa un tratto detritico e si entra in una faggeta che va attraversata verso sx per un tratto, puntando poi all’esiguo varco (Forc. del Von) inciso sul ripido costone E del Dassa (piccola icona con crocefisso scolpita su un roccione a fianco del valico). E’ possibile arrivare fin qui partendo da Casasola, ma non ti saprei indicare il percorso più conveniente.
Messaggio
22-06-2012 18.41
Michela Michela
Io sono salita da Casasola e ho trovato il percorso molto interessante (non lo consiglio in estate però!), credo che l'ideale per varietà sia una traversata con salita per la "Cengla dal Von" e discesa a Casasola. L'ambiente specie nella parte alta è solitario e appare impervio, ma la vecchia traccia sale senza difficoltà, quasi sempre ben conservata. Si imbocca lungo il sentiero CAI 973, pochi metri più su dell'edicola di S. Antonio: dopo breve salita si passa il greto del rugo del Moltrin, più su inizia un traverso a destra che porta a superare una zona franosa. Scavalcato un pulpito, si prosegue in traverso addentrandosi nel vallone, si passa una prima volta il rugo dei Martelins e lo si riprende dopo una svolta a sinistra. Si continua lungo il canale, prima sul lato sinistro (destra orogr.), poi spostandosi a destra e salendo a svolte il greto roccioso, tra belle visuali selvagge. In alto incombe un intaglio impervio bipartito da uno spuntone, ma il sentiero asseconda a destra un cengione sospeso sopra dei dirupi. Doppiata una costola e contornata un'ansa, si sale nel bosco uscendo in cresta in un punto poco definito, un po' a E dell'intaglio; mi è rimasto il dubbio su quale sia esattamente la "forc. del Von" e forse per questo non ho notato il crocifisso... Buone camminate!
Messaggio
27-12-2014 16.29
luciano.piccin luciano.piccin
26/12/2014. Salito alla forcella del "Von" da Casasola e segnalo che nel canale di accesso alla forc. (a q. 1050 c.)si può lasciare la traccia (che taglia verso destra) e risalire dritti (tracce di passaggio, ometti) direttamente puntando al già visibile "Von" e così raggiungere il monolito proprio dove c'è il crocefisso.
Allegato: DSC_5452.jpg
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva