il portale dell'escursionismo montanoInvia una mail a SentieriNatura Utente anonimo 152 ospiti - 0 utenti 
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
  • Traduci questa pagina con Google Traduttore
CommunitySentieriNaturaIscrizione feed RSS - Richiede LogIN
Lista forum  ->  Forum escursioni FVG   Precedente Successivo
N. record trovati: 4
Messaggio

Valbruna

30-01-2007 00.00
Gianluca Spizzo Gianluca Spizzo
cari tutti, ho una richiesta un po' "inusuale": perché il paesino di Valbruna si chiama Valbruna, anche se la Val Saisera è tipicamente piena di sole anche d'inverno? Ciao, Gianluca
Messaggio
30-01-2007 00.00
luca_di_collina luca_di_collina
Mah... sono andato a dicembre dallo spiazzo delle auto al rifugio Pellarini e sole non ne ho visto. Forse il toponimo si riferisce a quest'ultimo pezzo di valle. E poi, si sa che in montagna i nomi sono dati un po' cosi'... Cinque dita e ci sono 7 spuntoni, pilastro del Coglians e non c'e' il pilastro, Creta di Collinetta e Collinetta e' nell'altra valle...
Messaggio
31-01-2007 00.00
Giuseppe Giuseppe
Mi sento di dire che la Val Saisera, pur essendo una valle stupenda, non gode proprio di tanto sole d'inverno. E' disposta in senso Nord-Sud e per esperienza personale in dicembre e gennaio il sole diretto si fa vedere dal mattino alle 9.00 e scompare verso le 14.30. In estate è diverso, sono d'accordo. Detto questo, Valbruna è il nome italiano (e friulano come Valbrune) del paese. Infatti, come quasi tutte le località della Valcanale (e di confine in genere) ha altri due nomi: Ocjevas in sloveno che significa Paese delle pecore; gli austriaci la conoscono come Wolfsbach cioè fiume del lupo. Ecco, come vedi, invece di chiarire le cose le abbiamo complicate un po'. Però da quelle parti e così, gran parte dei toponimi variano dal gruppo etinco che l'ha descritta. Anche i nomi dei monti variano a seconda dei paesi (e delle valli) che li circondano. Es. Per i Venzonesi il loro monte principale è il Plauris ma per Moggio quel monte è conosciuto come Spiz di Misdì. Il Lavara per i non Resiani è il Golz. E così per altri toponimi. Poi ci sono state le confusioni e travisamenti: la Valcalda di Ravascletto ad esempio. Tutto fuorchè una valle dal clima mite, d'inverno. La spiegazione più accreditata da molti studiosi è che il nome originario era Kalt-tal, cioè (dal tedesco) valle fredda, e questo spiega molte cose. Comunque, tornando alle Giulie, per chi ce l'ha, nella guida CAI-TCI "Alpi Giulie" di Buscaini c'è un capitolo iniziale dedicato alla toponomastica e scritto (negli anni '70 ma ancora attuale) da G. Francescato, prof di leggendaria fama in questo campo.
Spero di non aver troppo fatto il professorino...
Ciao, Giuseppe.
Messaggio
02-02-2007 00.00
piero piero
Ricordo di aver letto che bruna sta per scura, ovvero il paese
non e' proprio soleggiato. Ci sono stato in tutte le stagioni e non mi pare proprio. Ma il nome del paese si presta ai paradossi.
Il nome tedesco e' Wolfsbach (rio del lupo) e quello slavo
e' Ovcia Vas (villaggio delle pecore). Il che equivale a tutto
ed il suo contrario.
© Redazione di SentieriNatura - Udine, - Ivo Pecile & Sandra Tubaro - Sito ottimizzato per una risoluzione di 1024x768 - Privacy & Cookies - Powered by EasyDoc - Webdesign by Creactiva